[...] La gente ha voglia di ridere e si è visto, non ci sono dubbi. Baccini l'ha capito "imboccando" il suo Todero, un Toni Borile non certo ragazzo che le sue scaltre rughe le porta con dignità, anche se sulla lingua tagliente, con le maniacalità da paron che ha sempre deciso e sempre deciderà in famiglia. [...] specie la nuora Marcolina, una Marina Bertoncin davvero risolutiva, vitale, vera sia nella pratica che nella mimica. Specie nei momenti clou della commedia, il dialogo con la cameriera scaltra, Cecilia, Annamary Furlan, che con la saggia vedova Fortunata, Antonietta Cavazzini [...] Una ventata di simpatia il Sior Todero Brontolon della Compagnia d'Este [...] Complici la musica, lo stile cammeo della messa in scena bacciniana, i raffinati costumi, le luci morbide e l'accostamento dei colori dei tessuti. [...]
15 Gennaio 1997, San Martino Buonalbergo- L'arena

Recensione completa

[...] Le varie compagnie recitano sempre più con bravura e rispetto filologico del testo e il pubblico sta diventando sempre più numeroso. L'ultimo esempio in proposito è stato offerto giusto l'altra sera in quel di Con-selve, nella bassa padovana, dove la recita fatta del Teatro Veneto "Città di Este" della famosa commedia di Carlo Goldoni intitolata "Sior Todero brontolon" [...] al termine dello spettacolo di circa due ore gli applausi sono durati almeno un quarto d'ora, scanditi dai commenti più festosi. [...] sono stati tutti d'una bravura esemplare [...]
2 Dicembre 2003- Il Gazzettino

Recensione completa

[...] entrambi gli atti unici sono alquanto impegnativi sul piano della resa espressiva, per la semplice ragione che esigono interpreti molto abili. Quelli saliti in palcoscenico a Brusegana hanno dimostrato ad ogni buon conto di essere tali, specie Toni Borile e Marina Bertoncin, per cui gli applausi sono durati a lungo.

Brusegana, 7 Aprile 2004- Il Gazzettino

Recensione completa

[...] va precisato che entrambi gli atti unici sono stati interpretati felicemente, per cui tutti gli interpreti [...] meritano il più caldo degli elogi. Non per niente il pubblico ha continuato a battere le mani per vari minuti.

Este, 19 Dicembre 2004- Il Gazzettino

Recensione completa

[...] la commedia non appartiene al versante del teatro con la "T" maiuscola, però in virtù del dialetto che trasforma tutti gli attori in protagonisti, trascina il pubblico alla risata dall'inizio alla fine. Così è accaduto puntualmente al "Teatro dei Filodrammatici", dove gli spettatori hanno trascorso la serata del fatidico giovedì grasso fra risate ed applausi a non finire, chiamando ripetutamente alla ribalta gli interpreti, tutti degni di elegio, in particolare Antonietta Cavazzini, Piergianni Paiuscato, Toni Borile. [...]
Este, Febbraio 2001- Il Gazzettino

Recensione completa

[...] non rinuncia alle situazioni forti (con litigi e incomprensioni piuttosto aspri e i relativi chiarimenti) e alle scene-madri, dove sarebbe assurdo "velocizzare" impropriamente. Ma Baccini non rinuncia neppure a dare brio alle scene di contorno [...] Molto notevole la qualità delle interpretazioni di Antonietta Cavazzini, Toni Borile e Bepi Quaglio [...]
Bolzano, 16 febbraio 2000 - Il Mattino di Bolzano

Recensione completa

[...] la commedia si snoda fra continue sorprese, trascinado chi ascolta sovente all'applauso, specie se i protagonisti sono della bravura d i Antonietta Cavazzini e di Toni Borile, diretti per l'occasione assai bene da Stefano Baccini. Non per niente le chiamate. sono state festose e numerose [...]
Venezia, 2 gennaio 2001 - Il Gazzettino

Recensione completa

[...] un gruppo di attori assai affiatati e quasi sempre persuasivi, grazie anche alla regia di Stefano Baccini, sobria e attentissima ad ogni dettaglio, piena di cura amorosa e intelligenza. Antonietta Cavazzini è attrice di straordinaria presenza scenica e finezza interpretativa, anche nei momenti in cui la fantasia sembra latitare. Ruvida e dolce come le due facce di una stessa medaglia, capace di trasformare l'alterigia e il pudore maniacale in audacia e contraddizione. [...] Accanto a lei, un Toni Borile misurato e semplice, cui ha fatto da sapido controcanto Bepi Quaglio nei panni di un prete onnipresente. Ognuno, per la verità, ci è parso adatto al suo ruolo e all'altezza della situazione, da Flavio Avanzi e Franco Fortin a Marina Bertoncin, Michela Bertazzo e Anna Mary Furlan Sobria anche la scena, ma ben congegnata, con piccoli tocchi di vecchia eleganza. Applausi, c'è bisogno di dirlo?, calorosissimi e prolungati.

Rovigo, 27 Novembre 2001 - Il Resto del Carlino

Recensione completa

[...] Le battute, davvero argute e sottili, hanno divertito tutti in sala. Gli attori sono riusciti, a trasmettere tutta la delicatezza dei dialoghi e delle situazioni. [...]
Vicenza, 5 Dicembre 2001- Il Giornale di Vicenza

Recensione completa

[...] i due protagonisti (i bravissimi Antonietta Cavazzini e Toni Borile) danno un tono di verità umana e schiettezza a ogni gesto, a ogni parola che rivela l'eterno alternarsi dei sentimenti.

Trieste, 28 dicembre 2001- Il Piccolo

Recensione completa

TOP